Il Fiume Scuro

Tra le tante meraviglie del nostro Pianeta, parliamo di un fenomeno naturale che vede rispecchiare il cielo nelle acqua scure del fiume Rio Grande che scorre nel Nuovo Messico. Si, perché sembra che il fiume tenebroso scorre attraverso il cielo, sorgendo vicino all’orizzonte rispecchiando le nubi colorate tutto intorno alla Stella Antares. Spieghiamo l’arcano: l’aspetto plumbeo del Fiume Scuro è dovuto alla presenza di polvere che blocca la luce stellare di fondo, nonostante che la nube oscura contenga in gran parte idrogeno e gas molecolare. Sappiamo che Antares è una Stella Supergigante rossa circondata da polveri interstellari, che da origine ad una Nebulosa di colore giallastro. Mentre appena sopra brilla intensamente la Stella Doppia Rho Ophiuchi, avvolta da una Nebulosa blu, tra una cornice di Nebulose sparse nella regione. In linea di massima, l’aspetto rossastro è dovuto da Nebulose riflettenti la luce dell’idrogeno ionizzato, mentre le Nebulose blu evidenziano la presenza di polvere interstellare che riflette la luce di giovani stelle. Infine le polveri più dense si rivelano in toni di colore marrone scuro. L’Ammasso Globulare Messier 4 (Fig.1) abbastanza visibile al di sopra e a destra di Antares, appare come una stella molto brillante, ma si tratta di un raggruppamento sferoidale di stelle. Messier 4 si trova al di là delle nubi colorate, ad una distanza di circa settemila anni luce da noi. E qui, l’oscuro fiume traccia il suo percorso nello Spazio a circa cinquecento anni luce dalla Terra. Un panorama simile a un quadro; una immagine pittorica davvero mozzafiato, osservabile dall’Apache National Wildlife Refuge, nel New Mexico (Fig2). Il New Mexico, uno stato federale USA, confina a sud con il Messico, a est con Texas e Oklahoma, ed a ovest confina con l’Arizona. Infine il 33º parallelo delimita la linea di confine settentrionale con il Colorado. In un solo punto tocca lo Utah; ha il suo centro nella valle del Rio Grande (Fig.3) nucleo storico dell’insediamento degli spagnoli e della conquista del popolo Pueblo, una tribù di nativi americani che vivevano in piccole cittadine lungo le rive del Rio Grande e nelle vicinanze come ad Acoma.Tutto il Territorio del New Mexico fu creato il 9 settembre 1850, rimase unito al Colorado fino al 1861 e all’Arizona fino al 1863, all’inizio alleato ai confederati, per passare poi a fianco degli unionisti dal 1862. Facciamo un passo indietro nella storia. Nell’anno 1540, il conquistador spagnolo Francisco Vázquez de Coronado (Fig.4) si avventurò nei territori dell’attuale Nuovo Messico in cerca delle favolose sette città d’oro di Cibola. La colonizzazione spagnola cominciò nel 1598 con la fondazione dei centri di San Juan Pueblo e poi di Santa Fe nel 1605. In seguito furono fondati durante il XVII secolo che presero il nome di Albuquerque e Acoma Pueblo. Ma tutta la regione fu abbandonata dagli europei a causa della grande rivolta degli indiani Pueblos del 1680. Oggi il Nuovo Mexico, con i suoi ampi e variegati paesaggi e la meravigliosa capitale Santa Fe, particolare per l’architettura coloniale spagnola, offrono al visitatore astrofilo cieli immuni dall’inquinamento luminoso e suggestive immagini a occhio nudo (Fig.5) oltre, naturalmente, ricche pagine di storia.

Dott. Giovanni Lorusso (IK0ELN)